A inizio stagione, l’obiettivo dichiarato della Celanese Volley Forlì era trovare la propria forza nel gruppo per migliorare lo score dell’anno precedente. Alla diciottesima giornata di Serie B quel proposito è stato pienamente valorizzato e ora è lecito persino aspirare a qualcosa di più, visto che giovedì 1 marzo alle 21 all’Unieuro Arena arriva Portomaggiore, per il match clou che vale il secondo gradino della classifica, trampolino di lancio per i playoff.

La chiave di volta è stata la giornata di campionato del 17 febbraio. In primo luogo, c’è stata l’ottima riuscita della “Festa del Volley e del Settore Giovanile” a Forlì: tra le mura amiche dell’Unieuro Arena per la Celanese è arrivata una vittoria netta contro Pescara, davanti agli sponsor della società e, soprattutto, a tanto pubblico che ha festeggiato insieme alla squadra e agli atleti delle giovanili. Inoltre, nello stesso frangente, a Macerata si sono scontrate le due regine del campionato, Medea Montalbano MC e Sa. Ma. Portomaggiore FE, con i marchigiani che si sono imposti per 3 set a 1.

La classifica ne è uscita rivoluzionata: Macerata ha allungato il distacco, candidandosi con forza alla vittoria finale, mentre Portomaggiore è rimasta bloccata a 3 sole lunghezze da una Forlì in risalita. Ciò significa che con una vittoria netta giovedì sera, la Celanese Volley potrebbe portarsi alla pari con i rivali ferraresi e rientrare prepotentemente in corsa per i playoff. Non sarà un compito facile: Portomaggiore è una delle formazioni più forti e temibili del girone, ma i ragazzi di Kunda hanno già dimostrato di avere il carattere per compiere grandi imprese, specie se giocano uniti e con il sostegno del proprio pubblico. Nell’ambiente c’è grande attesa e voglia di mettersi alla prova.

“Chiamiamo a raccolta tutti i tifosi per questo big match” – dichiara Giovanni Gavelli, presidente della Celanese Volley Forlì –. “Alla Festa del Volley eravamo tanti, è stato un bel pomeriggio di sport in cui Forlì ha dimostrato di tenere a questa squadra. Giovedì scendiamo in campo alle 21, in un orario e in un giorno diversi dal solito, ma è la partita più importante della stagione, una sfida che può condurci ai playoff per salire in A2. I nostri ragazzi hanno bisogno di tutto il supporto dei loro tifosi, stanno facendo grandi cose e con l’affetto della propria città a sostenerli possono arrivare ancora più lontano.”

Pin It on Pinterest

Share This