A riflettori già spenti sul campionato, la Celanese Volley Forlì si toglie l’ultima gioia del 2017 e trionfa nel trofeo dedicato ad Alessandro “Cassa” Casadei, capitano e palleggiatore della nazionale sanmarinese, nonché allenatore dei giovani, scomparso a causa di un incidente motociclistico nel 2009.

Il torneo vede coinvolte quattro squadre: i padroni di casa della Nazionale di San Marino, Forlì, e due sue avversarie dirette nel girone di Serie B, Dolciaria Rovelli Morciano e Gibam Volley Fano.

Ad aprire le danze, martedì 19 dicembre, sono Forlì e Fano, che si scontrano a ranghi ridotti: Kunda saggiamente fa riposare Sirri e Hoxha, molto impiegati nelle ultime gare. La Celanese si impone 3 a 0 senza troppe difficoltà e accede diretta in finale dove, un po’ a sorpresa, incontra la Nazionale di San Marino, vittoriosa contro Morciano. È un bel risultato per i padroni di casa, che durante l’anno militano in una categoria inferiore rispetto agli avversari.

Nella finale di mercoledì 20 Forlì gioca una buona gara, vinta ancora una volta per 3 set a 0. Il capitano Sirri alza così l’ultimo trofeo stagionale, a suggello di una prima parte di stagione davvero convincente e ricca di soddisfazioni.

Una singolare nota di chiusura: il libero di Forlì, Lorenzo Benvenuti, è di nazionalità sanmarinese e durante la finale ha dovuto giustamente dare priorità ai suoi natali, per cui è sceso in campo contro i suoi stessi compagni di squadra. Ben consapevoli delle sue doti in ricezione, i ragazzi di Kunda non lo hanno mai cercato al servizio costringendolo, di fatto, a una partita di tutto riposo. Poco male: il trofeo, lui, lo avrebbe vinto in ogni caso.

Pin It on Pinterest

Share This