Tutto come da copione. Serviva un risultato rotondo alla Celanese Volley Forlì per rialzare subito la testa dopo la sconfitta rimediata a Portomaggiore, e così è stato. A farne le spese Dolciaria Rovelli Morciano (RN), ultima in classifica con zero punti, che prosegue nella propria striscia negativa.

Eppure, almeno all’inizio, i giochi non appaiono così scontati. L’avvio dei padroni di casa non è dei più esplosivi, con ritmi di gioco lenti e tanti errori che si susseguono: ben 7 le battute sbagliate da Forlì (saranno 14 in totale). Forse qualche residuo della gara precedente è ancora da smaltire, o forse l’avversario inferiore viene preso un po’ sottogamba, fatto sta che il primo periodo si trascina oltre i 25 punti canonici, con un Gabriel Kunda furioso a spronare i suoi dalla panchina. Ci pensa l’ace del solito Luca Sirri a rimettere Forlì in carreggiata: 26 a 24.

Dal secondo set in poi finalmente i ritmi si alzano. Forlì ingrana la marcia anche grazie all’ottimo impatto sulla gara del palleggiatore Giulio Sasdelli, chiamato a rilevare Ramberti già sul finire del periodo precedente. Sirri in attacco torna a viaggiare su percentuali faraoniche (chiuderà con il 62% di attacchi positivi per un totale di 25 punti a referto) e l’inerzia della gara si sposta tutta verso la squadra di casa, che va a vincere i due set 25-16 e 25-19.

Da sottolineare, tra le note più positive, che non appena Forlì è tornata padrona del campo, Kunda ha dato spazio ai giocatori meno impegnati fin qui, ottenendo da tutti risposte positive: bene Nicolas Kunda di mano, Marco Pirini al centro, il giovane libero Balestra in difesa e menzione speciale per Enrico Olivucci, al suo esordio assoluto.

Non una Celanese brillantissima, dunque, ma comunque capace di portare a casa il bottino pieno per tornare a salire in classifica dopo la battuta d’arresto. Obiettivo completato e testa subito alla prossima trasferta di Terni.

Tabellino Forlì - Morciano

Pin It on Pinterest

Share This