Quarta giornata di pallavolo Serie B e la Celanese continua a vincere, mantenendo la vetta della classifica a punteggio pieno. All’Unieuro Arena di Forlì a cadere per 3 a 0 è l’Integra Conad Tantucci Foligno (PG), una formazione giovane e forte fisicamente, con giocatori dotati di un’ottima elevazione, capaci di offrire un’opposizione importante a muro. Più vacillante la tenuta mentale: contro Forlì si sono visti molti errori, sia in battuta che in attacco, con i ragazzi di Kunda bravi a sfruttarli per imporsi con un gioco convincente, mai così vario e corale.

Chiave di volta dell’intera gara è il primo set. Forlì comincia bene, con una ricezione precisa e un attacco un po’ più timido ma comunque efficace. I ragazzi di casa guadagnano presto qualche lunghezza di vantaggio e la mantengono per quasi tutto il set: è nelle battute finali che Foligno si rifà sotto, complici anche un paio di errori forlivesi, e il punteggio si assesta sul 23 pari. Da lì in poi è una lotta convulsa, punto su punto, fino al muro perentorio del centrale Donati che consegna il set a Forlì (27-25).

L’inerzia della gara ora è tutta per la squadra di casa, che inizia il secondo set con due ace e un parziale che vola sul 4 a 0. Forlì conduce agilmente e questa volta non consente a Foligno di ricompattarsi, se non quando i giochi sono già praticamente conclusi. La ripresa degli ospiti è velleitaria e si infrange su un errore in battuta, con il set che si chiude 25 a 21.

Il terzo periodo si gioca sulla falsariga del precedente. Il livello della prestazione forlivese si è alzato, la squadra tiene bene il campo e risulta convincente anche in difesa. Tra le due formazioni si crea una spaccatura netta e Forlì ne approfitta per allungare ancora. Quando gli equilibri si ristabiliscono, ancora una volta è troppo tardi: l’inerzia della gara è ormai scritta e Forlì va a vincere 25 a 18.

Una prestazione positiva, quella forlivese, in cui finalmente è emergere è l’intero collettivo, dopo le gare precedenti dominate da un Sirri in stato di grazia. Bene le bande, Mengozzi e Olivucci, bene l’asse libero-palleggiatore e bene anche al centro, con un Donati decisivo in più situazioni. Del resto servirà il massimo apporto di tutti per reggere l’urto della prossima gara, in trasferta contro il fortissimo Portomaggiore, candidata di spicco alla vittoria del campionato.

Pin It on Pinterest

Share This